Pianoro School Film Fest - Comune di Pianoro

archivio notizie - Comune di Pianoro

Pianoro School Film Fest

 
Pianoro School Film Fest

Il festival del cinema diffuso “Pianoro School Film Fest” 
Pianoro 26 - 27 maggio 2023

Il festival del cinema diffuso “Pianoro School Film Fest” è un progetto assegnatario del contributo “Il linguaggio cinematografico e audiovisivo come oggetto e strumento di educazione e formazione” indetto dal Ministero della Cultura e dell’ Istruzione. Il festival è la conclusione di un percorso formativo ed educativo che avvicina gli studenti al linguaggio cinematografico e audiovisivo per riflettere sul cinema come esperienza sociale, culturale, tecnologica e come racconto e punto di vista sulla società. La scuola è il fulcro della manifestazione: le classi si trasformeranno in sale di proiezione per ospitare una rassegna cinematografica preparata durante l’anno con lo scopo di promuovere la sensibilizzazione, l’educazione e la crescita degli studenti in relazione alle seguenti tematiche: integrazione, diversità e ambiente.

Dalla scuola alla piazza, che ospiterà il concerto degli alunni dell’indirizzo musicale, al teatro, agli spazi messi a disposizione dal Comune per le proiezioni, come il Museo di Arti e Mestieri, la Biblioteca, il Centro giovanile, la Festa del Cinema si irradierà per due giorni a tutto il paese e alle frazioni di Pianoro fino a coinvolgere la scuola media di Rastignano (frazione di Pianoro). Il gruppo, composto da circa 500 alunni dell’IC di Pianoro e della secondaria di primo grado di Rastignano, si è occupato interamente della realizzazione dell’evento, prendendosi cura di ogni aspetto del festival: dalla selezione dei film alla rassegna cinematografica e all’organizzazione degli eventi collaterali, come il concerto in piazza sulle colonne sonore dei film.

Gli alunni hanno lavorato in gruppi scelti in base alle loro predisposizioni e interessi e sono stati guidati in ogni azione da professionisti del settore e dai docenti interni, formati da esperti in educazione visiva, selezionati nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola. Gli studenti hanno avuto la possibilità di esprimersi artisticamente, attraverso la realizzazione di cortometraggi e partecipando ad attività laboratoriali organizzate durante l’anno, legate ad alcune fasi del processo produttivo di un audiovisivo (sceneggiatura; scenografie; cura della luce e della fotografia; riprese video; musiche). Anche una classe dell’infanzia Colibrì ha partecipato, realizzando un cortometraggio sulle emozioni e alcune classi della primaria Diana Sabbi hanno preparato una rassegna cinematografica da presentare al festival.

I lavori, prodotti dalle classi terze della scuola media di Rastignano e di Pianoro e una classe quinta della primaria Diana Sabbi, verranno sottoposti, durante il festival, a una giuria di studenti universitari del DAR – Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna che eleggeranno i vincitori.
Pianoro School Film Fest nasce da una idea della professoressa Chiara Tomaiuolo realizzata grazie all’ausilio, alle competenze, alla professionalità di tutto il corpo docenti dell’IC di Pianoro e supportata dalla dirigente, dottoressa Liana Baldaccini. Si tratta di evento che valorizza il territorio, coinvolgendo associazioni, scuole, istituzioni, realtà pubbliche e private. Il festival è anche un modo incisivo per dare un nuovo slancio alle attività scolastiche e, attraverso queste, sensibilizzare la popolazione verso una forma artistica molto spesso sostituita da schermi casalinghi che tendono a chiudere anziché aprire verso l’altro.

 

Programma completo:

Venerdì 26 maggio

Museo di Arti e Mestieri in Via Gualando, 2 a Pianoro
Ore 10.30

Saluti introduttivi a cura della dirigente scolastica: Dottoressa Liana Baldaccini
Convegno a cura del DiPast – Centro Internazionale Didattica Storia Patrimonio: Il cinema: una fonte di “quel tempo chiamato medioevo”
Relatori: Beatrice Borghi e Rolando Dondarini

Scuola secondaria di primo grado Vincenzo Neri in Via Gramsci, 14 a Pianoro
Ore 16.00

Proiezioni di film a cura della Cineteca di Bologna:
Il bambino che scoprì il mondo di Alê Abreu
Un bambino vive con i suoi genitori in campagna e passa le giornate in compagnia di ciò che gli offre la natura che lo circonda: pesci, alberi, uccelli e nuvole, tutto diventa pretesto per un gioco e una risata, briglie sciolte alla fantasia. Ma un giorno il padre parte per la città in cerca di lavoro. E il bambino, a cui il genitore ha lasciato nel cuore la melodia indimenticabile che gli suonava sempre, mette in valigia una foto della sua famiglia e decide di seguirne le tracce. Si troverà in un mondo a lui completamente ignoto, fatto di campi di cotone a perdita d’occhio, fabbriche cupe, porti immensi e città sovraffollate. Affronterà imprevisti e pericoli per terra e per mare, crescerà, ma qualcosa di quel bambino che si tuffava in mezzo alle nuvole in lui rimarrà sempre.
Goonies di Richard Donner
Mikey (Sean Astin), Mouth (Corey Feldman), Data e Chunk sono i Goonies, un gruppetto di ragazzini che vive a Goon Docks, quartiere alla periferia di Astoria. Per salvare le loro abitazioni dalla demolizione imminente e risolvere i problemi economici delle loro famiglie, il gruppo parte alla ricerca del tesoro di un misterioso pirata vissuto nel Seicento, Willie l’Orbo, e si ritrova catapultato in un’avventura alla Indiana Jones, con una sgangherata banda criminale alle calcagna. Film cult adolescenziale degli anni Ottanta, I Goonies nasce dalla collaborazione tra Richard Donner (regista, nello stesso decennio, anche di Ladyhawke e gli Arma letale), Steven Spielberg, che ne firma il soggetto, e Chris Columbus (regista dei primi due Harry Potter) che ne scrive la sceneggiatura.

Scuola secondaria di primo grado Margherita Hack in Via del Casello, 3 (Auditorium) a Rastignano
Ore 16.00

Il ragazzo invisibile di Gabriele Salvatores
Michele (Ludovico Giardelli) è un tredicenne di Trieste timido e introverso adottato e cresciuto da Giovanna Silenzi (Valeria Golino), che ha trovato il bambino davanti alla porta di casa come se si trattasse di un segno del destino dato il suo desiderio di avere un figlio. Quella di Michele è un’età difficile in cui i compagni lo prendono in giro e Stella, la ragazza di cui è innamorato, non sembra nemmeno accorgersi della sua esistenza. Tutto cambia quando, durante una festa di Halloween, indossato un bizzarro costume da supereroe preso in un bazar gestito da cinesi scoprirà di poter diventare invisibile.

Marchesini Group in Via Nazionale, 100 a Pianoro
Ore 17.00

Saluti introduttivi a cura della dirigente scolastica: Dottoressa Liana Baldaccini
Convegno a cura del DAR – Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna: “Media Education – Per un’educazione ai e con i media”
Relatore: Gabriele Prosperi
Moderatore: Prof.ssa Chiara Tomaiuolo
A seguire Premiazione dei cortometraggi da parte di una giuria di studenti del DAR realizzati dai ragazzi dell’IC di Pianoro e della scuola secondaria di primo grado Margherita Hack di Rastignano con il Centro di didattica del cinema Rosencrantz&Guildenstern e con l’agenzia WETRUST.

Centro giovanile Pianoro Factory in Via dello Sport, 2/3 a Pianoro
Ore 18.30

Proiezione di un cortometraggio a cura della scuola dell’infanzia Colibrì di Pianoro realizzato con il Centro di didattica del cinema Rosencrantz&Guildenstern.

Teatro Arcipelago in Via della Resistenza, 201 a Pianoro
Ore 18.00

Proiezione di un film a cura della Cineteca di Bologna
Versi perversi di Roald Dahl
Mentre fuori la pioggia imperversa, Miss Hunt, una baby-sitter, siede sola in un bar desolato, in attesa d’iniziare il suo lavoro nella casa dall’altra parte della strada. A un tratto un lupo, avvolto in un impermeabile, si avvicina e prende posto di fronte a lei. Notato il libro di fiabe che la signora ha sul tavolo, lo commenta con sdegno: i libri di fiabe troppo spesso sono menzogneri... Immaginiamo per un attimo che Cappuccetto Rosso e Biancaneve diventino grandi amiche, che Jack, noto a tutti per aver barattato una mucca per un fagiolo, s’innamori perdutamente della propria vicina di casa, Cenerentola, o che il più furbo dei tre porcellini sia diventato niente meno che un banchiere. Sono questi i presupposti su cui si fonda Versi perversi, film d’animazione in due atti prodotto dall’inglese Magic Light Pictures e tratto dall’omonimo capolavoro di poesia e umorismo scritto da Roald Dahl e illustrato da Quentin Blake.

Piazza dei Martiri a Pianoro
Ore 21.00

Saluti introduttivi a cura della sindaca Franca Filippini e della dirigente scolastica Liana Baldaccini
Presentano le alunne: Giulia Schiavina, Paola Porporato, Benedetta Roncon, Elisa Muccini e la prof.ssa Chiara Tomaiuolo
Sarà presente il Questore di Bologna, dott.ssa Isabella Fusiello
Proiezione all’aperto di un film a cura della Cineteca di Bologna
Cantando sotto la pioggia di Stanley Donen e Gene Kelly
Don Lockwood è un attore molto famoso del cinema muto che calca molti red carpet ed è osannato dalle sue fan. Dopo la prima di un suo film conosce, in circostanze bizzarre, una donna, alla quale poco importa della sua fama ma che presto imparerà a conoscerlo per la persona che è veramente. Insieme al suo inseparabile amico Cosmo, i tre si ritroveranno a dover affrontare l’avvento del cinema sonoro, con l’introduzione di microfoni sui set cinematografici, cosa che porterà non poche complicazioni. Questo musical racconta in modo divertente il passaggio del cinema dal muto al sonoro e gli sconvolgenti cambiamenti che comportò, dallo scetticismo iniziale fino alla sua introduzione definitiva per restare al passo con la novità. Tra coreografie spettacolari, costumi eclettici e una colonna sonora diventata di fama internazionale, questa pellicola si colloca tra i capolavori della storia del cinema. (In caso di pioggia la proiezione sarà presso il Teatro Arcipelago a Pianoro).

Sabato 27 maggio

Biblioteca di Rastignano in Piazza Piccinini, 4/a a Rastignano
Ore 11.00

Seminario per docenti a cura della Cineteca di Bologna “Educare all’audiovisivo: prospettive ed opportunità”
Relatore: Simone Fratini

Scuola secondaria di primo grado Vincenzo Neri in Via Gramsci, 14 a Pianoro
Ore 16.00

Proiezioni di film a cura della Cineteca di Bologna
Azur e Asmar di Michel Ocelaot
In Europa una nutrice araba è al servizio di un nobile con il compito di allattare il figlio, Azur. Anche lei ha un figlio, Asmar, che diventa inseparabile amico d’infanzia del piccolo nobile. Un giorno il padre di Azur decide di cacciare la nutrice e il figlio. Diventato un ragazzo, Azur, affascinato dalle fiabe raccontate dalla nutrice, parte per l’Africa alla ricerca della fata dei jinn. Questa sarebbe prigioniera in un castello, in attesa di un coraggioso cavaliere in grado di liberarla e prenderla in sposa. Approdato sulle coste dell’Africa per un naufragio, Azur si trova immediatamente a dover fare i conti con i pregiudizi popolari. Infatti il colore dei suoi occhi, azzurro, per gli abitanti del posto è segno di sventura. La situazione lo costringe a fingersi cieco e ad affidarsi all’aiuto di un gobbo, Rospu, che diventerà la sua guida. Il viaggio dei due si compie tra mille avversità e scoperte fin quando, per caso, si imbattono nella nutrice che intanto è diventata una ricca e rispettabile mercante. Con lei vive anche Asmar, che riceve con freddezza e ostilità l’amico d’infanzia. I due, inizialmente poco solidali, dovranno superare le loro rivalità ed aiutarsi vicendevolmente per riuscire a raggiungere la fata dei jinn.

Ore 16:00
La volpe e la bambina

In una mattina d’autunno, una bambina di ritorno da scuola nel percorre un sentiero si imbatte in una volpe rimanendo al contempo affascinata e impaurita da quella creatura a lei misteriosa. Da quel momento la bambina decide che l’avrebbe addomesticata e inizia così una lunghissima ricerca fatta di attese, scoperte, appostamenti: e studio. Le stagioni si susseguono e noi spettatori rimaniamo incantati dallo spettacolo della natura. Un’incredibile avventura che cambierà la nostra e la sua visione della natura.

Scuola secondaria di primo grado Margherita Hack in Via del Casello, 3 (Auditorium) a Rastignano
Ore 11.00
Glass boy 
Di Samuele Rossi
Pino (Andrea Arru) è un bambino di undici anni affetto da emofilia, una malattia che lo costringe a stare recluso in una grossa villa dove non ha contatti con nessuno se non con la nonna, perennemente preoccupato dalla condizione del nipotino. Dalla sua finestra osserva il mondo fuori, soprattutto un gruppo di bambini chiamati Snerd con cui sogna di vivere incredibili avventure che immagina e disegna a mo di fumetto. Un giorno Mavi, ragazza capo della banda degli Snerd, decide di entrare nella villa riuscendo a convincere Pino a evadere e uscire all’esterno.

Scuola primaria Diana Sabbi di Pianoro in Via della Libertà, 17/2 a Pianoro
Ore 10.00

Proiezioni di film a cura della Cineteca di Bologna
Il mago di Oz Di Victor Fleming
Ispirato al celebre romanzo di Frank Baum The Wonderful Wizard of Oz, scritto nel 1900, Il Mago di Oz, film di Victor Fleming del 1939, è sicuramente annoverabile tra i grandi classici della storia del cinema. Opera che negli anni ha subito varie forme di ramificazioni testuali, Il Mago di Oz può essere considerato una sorta di grande modello narrativo dell’io in viaggio, di un percorso attraverso lo spazio e il tempo, ma soprattutto una grande metafora del passaggio dall’infanzia all’adolescenza. Al centro della vicenda c’è una ragazzina tanto ingenua quanto coraggiosa e sognatrice, Dorothy Gale con un grande sogno da realizzare: poter finalmente scoprire cosa c’è “oltre l’arcobaleno”, un luogo magico e sconosciuto in cui le differenze fra gli esseri umani non vengano costantemente soffocate ma invece ognuno abbia la possibilità di trovare il proprio posto nel mondo. E in questo luogo arriverà letteralmente “catapultata in aria” insieme al suo cagnolino Toto, a seguito di un uragano spaventosamente violento. Ecco allora che si aprirà davanti ai suoi occhi un mondo sfavillante di colori abitato da creature fantastiche, animali parlanti, streghe buone e streghe cattivissime. In questo viaggio Dorothy dovrà costantemente affrontare le proprie paure, in primis quella dell’impossibilità di realizzare i propri obiettivi, di doversi allontanare dalle proprie radici familiari e territoriali per poter finalmente crescere e scoprire se stessa.
Ore 11.30
Il mio vicino Totoro 
di Hayao Miyazaki
Satsuki e Mei sono due sorelle di 11 e 4 anni che insieme al padre si trasferiscono in un piccolo villaggio della campagna giapponese per stare più vicini alla mamma, ricoverata in un ospedale della zona. Ben presto le due protagoniste si ritroveranno ad interagire con gli spiriti che abitano questo luogo. Primi fra tutti i nerini del buio che vivono nelle vecchie case abbandonate, poi incontreranno Totoro, il custode della foresta, fino ad approcciarsi allo stravagante Gattobus. Grazie a queste nuove amicizie le due sorelline impareranno cosa significhi rispettare ed amare la natura. Teatro Arcipelago in Via della Resistenza, 201 a Pianoro

Teatro Arcipelago in Via della Resistenza, 201 a Pianoro
Ore 18.00
Proiezione di un film a cura della Cineteca di Bologna
Principi e principesse di Michel Ocelot
Principi e principesse esce al cinema nel 2000, dopo Kirikù. In piena scoperta del web il pubblico adotta subito il ragazzino e la ragazzina che digitano sulla tastiera di un computer, navigando attraverso una galleria di immagini di tutte le epoche per trovare quella che sarà il punto di partenza di un altro racconto. In un vecchio cinema apparentemente abbandonato, una ragazza, un ragazzo e un anziano tecnico si incontrano ogni sera. Inventano, fanno ricerche e infine si trasformano nei protagonisti di storie sempre nuove, in un esercizio di interpretazione che fa eco al gioco d’infanzia del “facciamo che io ero”. È così che Ocelot ci mostra come prendere confidenza con il desiderio di essere, fuori da schemi rigidi costruendo personaggi rivoluzionari e ribelli spinti unicamente dal loro ingegno, dalle loro capacità e dal loro cuore.

Piazza dei Martiri a Pianoro
Ore 21.00

Con la partecipazione dei bimbi delle classi seconde della primaria D. Sabbi
Presentano le alunne: Giulia Schiavina, Paola Porporato, Benedetta Roncon, Elisa Muccini e la prof.ssa Chiara Tomaiuolo Concerto degli alunni dell’indirizzo musicale dell’I.C. di Pianoro con i musicisti della scuola Impulliti.
(In caso di pioggia il concerto sarà presso il Teatro Arcipelago a Pianoro)

Iniziativa a cura di I.C.Pianoro - Dirigente dott.ssa Liana Baldaccini
Iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola promosso da MiC e MiM.
Ingresso libero fino a esaurimento posti
In collaborazione con: Cineteca di Bologna, Alma Mater Studiorum DiPast, Dipartimento delle Arti – DAR, Scuola di musica Impulliti, Centro di didattica del cinema Rosencrantz&Guildenstern, Wetrust.land, Marchesini Group, Comune di Pianoro, Ufficio Scolastico Regionale dell'Emilia Romagna.
Con il patrocinio di: Città Metropolitana di Bologna e Regione Emilia Romagna
Pianoro School Film Fest fa parte di Bologna Estate 2023, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna - Territorio Turistico Bologna-Modena.

https://cinemaperlascuola.istruzione.it/

 

 

Ufficio Cultura
telefono 
051776927 - 05165291370516529105
servizio.cultura@vivipianoro.it 
Facebook Comune Pianoro Eventi Culturali
Instagram Comune Pianoro

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (710 valutazioni)